giovedì 4 aprile 2013

Rosa dei Masi debutta al Vinitaly

Appaxximento Masi expertise si arricchisce di una nota rosa. Nasce Rosa dei Masi; fresco, giovane e femminile va a completare la famiglia di un grande classico di Masi: il Campofiorin.
E’ prodotto con uve Refosco provenienti dai Vigneti di Stra' del Milione in Friuli, in parte vinificate dopo un leggero Appassimento che permette di ammorbidire il carattere deciso di questa varietà donando eleganza e fresca acidità.
Per Alessandra Boscaini, settima generazione di Masi Agricola: “I vini rosati sono una categoria da sempre sottostimata, sia sul fronte produttivo che su quello dei consumi. Per questo abbiamo deciso di contribuire con la nostra “quota rosé” forti dell’expertise tecnica AppaXXImento. Il risultato è un vino rosato con personalità”. “Rosa dei Masi” si presenta al bicchiere con riflessi cerasuolo e profumi intensi di frutta rossa (lampone e ciliegia selvatica). Al palato un corpo morbido ben bilanciato dall'acidità vivace e rinfrescante, “un vino versatile negli abbinamenti – conclude Alessandra Boscaini - “e conciliando la forza con la dolcezza, è adatto sia al pubblico maschile sia a quello femminile che cerca un vino di carattere.” Il vino, che debutta al Vinitaly, avrà un’etichetta dal riconoscibile stile Masi, che ricalca quella degli storici Costasera Amarone e Campofiorin, colorandosi di fucsia e rosa cipria. Si presenterà sul mercato con una produzione limitata.