lunedì 27 maggio 2013

“Chianti… gustalo fresco!”

Nasce il progetto “Chianti fresco: gustalo a 16 gradi”. Il Consorzio Vino Chianti si fa portavoce di questa interessante quanto educativa iniziativa sul consumare il nettare rosso anche durante l’estate, seguendo una semplice ma fondamentale regola: la temperatura.
Che deve essere corretta come il clima che si trova in cantina: 16 gradi di gradevolezza, freschezza di profumi e aromi che si sprigionano quando si sorseggia un bel calice di Chianti durante l’estate.
L’iniziativa non poteva aver palcoscenico migliore che nel cuore della città di Roma, con la preziosa collaborazione di CO.VI.RO., insieme all’Arte dei Vinattieri e l’Accademia della Cultura Gastronomica. Il progetto, che coprirà l’arco di un mese, 25 maggio/25 giugno 2013, si svilupperà su più livelli: le enoteche e winebar aderenti al progetto allestiranno una vetrina per l’occasione e nel corso della conferenza stampa del 12 giugno p.v. alle ore 11.30, presso l’affascinante e suggestivo spazio espositivo Le Cinque Lune, verrà premiato la miglior esposizione.
A seguire, dalle 17.00 alle 21, sarà quindi possibile assaggiare e scoprire le molteplici sfaccettature del Chianti, molte le tipologie alla mescita per un sorso di Toscana nel bicchiere, il tutto in abbinamento a sfiziose ricette della cucina italiana. In maniera conviviale, informale ma allo stesso tempo, con l’opportunità per chi lo desidera (ci sarà il servizio sommelier e quindi personale formato) di ricevere tutte le informazioni magari più tecniche ma certamente utili ad una conoscenza più approfondita del prodotto.
Il filo rosso, l’elemento principale di questa comunicazione è lo strumento che tutte le vinerie riceveranno per l’occasione: il kit rinfresca vino, un cappottino targato Chianti per mantenere o per raggiunger la regolare temperatura di servizio.
E così, dall’enoappassionato all’operatore specializzato, si potrà scoprire un nuovo modo di bere il Chianti, anche durante l’estate: un prodotto dai tratti distintivi come soltanto sa essere il Sangiovese di Toscana, un vino accattivante, giovane e fragrante, dallo stile contemporaneo. Un’esperienza di sensi e di gusto da non mancare.
Il Presidente del Consorzio Chianti, Giovanni Busi, dichiara: “L’idea, gioco-forza, ci è venuta durante il periodo estivo, oggi siamo qui a presentare un nuovo modo di bere il Chianti che crediamo e speriamo possa rivoluzionare l’approccio al consumo dei vini rossi durante l’estate. Quando di parla di Chianti, si parla di storia e tradizione ma anche di innovazione, quando si parla di Chianti, si parla di cultura e di territorio con prodotti eccellenti nella qualità. Il Chianti è un vino giovane, fresco, perfetto in stile aperitivo, ospite d’eccezione per una cena o agguerrito concorrente nelle competizioni professionali: il Chianti è tutto questo e il Consorzio in tal senso sta lavorando per cercare di far conoscere più da vicino questa intrigante quanto immensa realtà vinicola, sia attraverso operazioni di promozione della denominazione mirate al trade che al pubblico”.

Ecco i Winebar e le Enoteche romane che hanno vi aderito:

  • Arcioni Centrovini
  • Bomprezzi
  • Bomprezzi CRU DOP
  • Buccone
  • Bulzoni
  • Chirra Goffredo
  • Enoteca Lucantoni
  • Guerrini Vino Vip
  • Guerrini EnoTrevi
  • Guerrini Enoteca al Senato
  • Peluso
  • Rocchi
  • Trimani
  • Trimani Wine Bar