mercoledì 22 maggio 2013

La nuova cantina Guerrieri Rizzardi a Bardolino

Riprendendo la tradizione architettonica locale, sia nell'assetto strutturale che nei dettagli, la struttura della nuova cantina Guerrieri Rizzardi a Bardolino ha forme semplici e regolari, che coniugano funzionalità ed estetica con un forte rispetto per l’ambiente e per il paesaggio.
È infatti nel cuore del Bardolino Classico, terra d’origine della famiglia Rizzardi, che inizia nel Quattrocento questa storia vitivinicola e la passione per i grandi vini. Acquistato nel Cinquecento dai Rambaldi, antenati della famiglia, il vasto appezzamento si estende per circa 15 ettari di viti e di ulivi in località Campazzi, defilandosi dalla zona artigianale di Bardolino verso la collina Costabella, grazie all’andamento crescente del terreno che lo nasconde al lago di Garda costeggiandone la strada panoramica. Il progetto nasce nel 2005, frutto di una collaborazione con lo studio Filippo Giustiniani e partners di Bassano del Grappa, ed è stato completato alla fine del 2012. 
Nella nuova cantina si concentrano le diverse attività aziendali: la vinificazione, lo stoccaggio e gli uffici, senza tralasciare l’enoturismo, con le visite e le degustazioni guidate. 
L’edificio, con un corpo principale lungo 90 metri e due ali laterali di 40 metri, accoglie centinaia di botti e di barriques e ospita fino a quattro-cinque annate dei vini a più lungo affinamento: qui vengono lavorate le uve provenienti dalla tenuta di Bardolino, mentre le uve delle due altre tenute (Negrar e Soave) sono vendemmiate e vinificate direttamente sul posto. 
All’interno dell’edificio i colori sono semplici (bianco, rosso scuro e marrone), come semplici i materiali utilizzati (legno, ferro, metallo e vetro), dominati dal soffitto a capriate lignee, con i suoi oblò verso il cielo e sui lati. 
La sensibilità di Guerrieri Rizzardi nei confronti del territorio e il suo profondo rispetto per l’ambiente l’hanno portata ad adottare soluzioni architettoniche e tecnologiche ecosostenibili. Speciale attenzione viene prestata all’efficienza logistica, in modo da dare particolare cura a ogni dettaglio della lavorazione, dall’arrivo in cantina delle uve fino al suo stoccaggio. Un ciclo che si svolge a “senso unico”, su un solo livello, attraverso i 5.000 mq della cantina, ma che inizia dall’impianto di diraspatura e pigiatura, posto in posizione più alta rispetto alla cantina, dal quale per caduta avviene il trasporto di uve e mosto alle vasche di fermentazione. 
Il punto vendita presenta la gamma completa dei prodotti Guerrieri Rizzardi (vino, olio e miele) e vuole offrire al visitatore un’esperienza nella filosofia aziendale indirizzata a coniugare tradizione, sostenibilità e marketing. 
Oltre alla cantina e ai vigneti nel Bardolino, Guerrieri Rizzardi possiede vigneti e cantine anche a Pojega di Negrar in Valpolicella e a Soave.