lunedì 10 giugno 2013

Borgo Conventi: una tenuta preziosa

Una leggenda vuole che il conte Strassoldo, detto il Rizzardo, cedette un appezzamento di terra a  frate Basilio Pica e qui i padri Domenicani costruirono un monastero; a questo ne seguirono altri e così nacque Borgo Conventi.
Da oltre trent'anni Borgo Conventi si dedica alla produzione di vini con cura, passione e voglia di crescere per far conoscere e valorizzare il patrimonio pregiato dei vitigni del Collio Goriziano.
Il rispetto della tradizione e delle origini, il tramandarsi dell'esperienza, rappresentano il modus operandi dell'azienda e si uniscono ad una forte spinta innovativa; nel 2001 la famiglia Folonari acquista la tenuta, la produzione cresce e si arricchisce di novità dando nuova vita alla tenuta e confermando l'elevata qualità della produzione vinicola di Borgo Conventi.
Dal Collio DOC e dall'Isonzo DOC, le più importanti aree vitivinicole del Friuli, nascono i vini raffinati ed eleganti di Borgo Conventi; una selezione importante e varia, dalle note fruttate del Colle Blanchis, che viene coltivato sull’omonimo colle situato nel cuore del Collio Goriziano, al sapore corposo di un rosso strutturato come il Braida Nuova, un Merlot in purezza che affina i suo sapori per anni in bottiglia, dopo un affinamento di 16 mesi  in barrique nuove.
Grande attenzione per le tradizioni e le radici storiche, portano Borgo Conventi, data la sua storia,  ad avere grande cura per i vigneti autoctoni friulani, quali il Friulano, la Ribolla Gialla e il Refosco dal Peduncolo Rosso. Vigneti che grazie al lavoro di salvaguardia e recupero hanno portato la regione FVG ad essere la patria dei migliori vini bianchi italiani ed un eccellente produttrice di vini rossi.
Borgo Conventi con i suoi autoctoni si piazza tra i migliori produttori regionali.