lunedì 21 ottobre 2013

Butera: Azienda Agricola Patrì Rocco dal 1936

L’azienda agricola Patrì Rocco, fondata nel 1936 a Butera, nella sicilia centro-meridionale, oggi si estende per circa duecento ettari, per un terzo coltivata a vigneto con le varietà di Nero d’Avola, Syrah, Cabernet Sauvignon, Catarratto e Insolia, vitigni di riferimento per l’enologia siciliana e non solo.
E’ un progetto armonico che parte dalla cura puntigliosa delle lavorazioni alla scelta dei grappoli migliori fino alla cantina, dove ha inizio un meticoloso controllo di tutte le fasi che giungono al prodotto finito attraverso gli accorgimenti più moderni per la vinificazione, sotto la supervisione degli enologi Vincenzo Bambina e Nicola Centonze, che con sapiente creatività hanno saputo coniugare la conoscenza dei vitigni con le tecniche di fermentazione più innovative.
L’azienda Patrì, che da quasi ottant’anni fa impresa con tenacia e spirito d’iniziativa, crede che il razionale utilizzo delle risorse di un territorio tra i migliori al mondo per la coltura della vite possa portare alla produzione di uve di pregio e alla nascita di grandi vini.
Il clima propizio, l’interessante e variegato patrimonio di vitigni, il valore elevato delle loro caratteristiche chimico-fisiche e organolettiche rappresentano una grande opportunità per ampliare gli orizzonti e competere ai massimi livelli. Nulla è lasciato al caso. Anche l’ambiente viene considerato un importante fattore produttivo, al punto che l’azienda ha scelto il fotovoltaico per la produzione di energia da utilizzare in cantina e nell’estrazione di acqua dal sottosuolo.
Per tutelare efficacemente le risorse naturali e la biodiversità e mantenere elevati standard qualitativi, l’azienda ha aderito al protocollo Global GAP (Good Agricultural Practice), che definisce le buone pratiche agricole relative agli elementi essenziali per lo sviluppo della tecnica migliore applicabile ad aziende agricole.
Oggi più che mai fare imprenditoria in Italia è una scommessa che richiede passione, coraggio e competenza. Ma è una scommessa che si può e si deve vincere, se la posta in gioco è la qualità. 

I Vini

Inzolia

Territorio: Sicilia centro - occidentale
Classificazione: Indicazione Geografica Protetta
Tipo: Bianco
Vitigno: Insolia
Terreno: Argilloso-calcareo
Altimetria: Oltre i 300 metri s.l.m.
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera
Vinificazione: Macerazione a freddo delle bucce con il mosto fiore ad una temperatura di 8° per circa 12 ore, successiva pressatura soffice. Decantazione a freddo e fermentazione a temperatura controllata, permanenza sulle fecce fini in acciaio.
Gradazione: 12,5 %
Colore: Giallo paglierino con riflessi dorati.
Naso: Tipico dell’insolia con spiccate note di frutta esotica.
Palato: Armonico, pieno, persistente, che ricorda, come nel profumo, la frutta esotica.




Nero d’Avola

Territorio: Sicilia centro-meridionale, Comune di Bufera.
Contrada: Punturo.
Classificazione: Indicazione Geografica Protetta.
Tipo: Rosso.
Vitigno: Nero d’Avola.
Terreno: di medio impasto, tendenzialmente argilloso.
Altimetria: 300/350 metri s.l.m.
Esposizione: Sud - Sud/Est.
Età media del Vitigno: 15 anni.
Allevamento:Vigneti allevati a spalliera con una densità di ceppi per ettaro pari a 4.500.
Resa: 80/90 q per ettaro.
Vinificazione: Macerazione prefermentativa a freddo e fermentazione sulle bucce per 12-15 giorni a temperatura controllata (24-25 °C) subendo ripetuti rimontaggi e “delestage”. A fermentazione malolattica svolta, il vino affina in acciaio e successivamente in bottiglia.
Gradazione: 13,5 %
Colore: Rosso vivace dalla giusta intensità con riflessi violacei.
Naso: Al naso tipicamente mediterraneo e dalla elegante espressione, ricco di nitide sensazioni di frutta a bacca rossa con una nota accentuata di ciliegia, confettura e un po’ di marasca, si presenta pulito e giovanile.
Palato: In bocca è fresco e floreale con sensazioni vellutate e persistenti. Dai tannini morbidi, eleganti, cui si aggiunge un interessante equilibrio acido salino che dona ottima bevibilità.



Catarratto

Territorio: Sicilia centro – occidentale.
Classificazione: Indicazione Geografica Protetta.
Tipo: Bianco.
Vitigno: Catarratto.
Terreno: Argilloso-calcareo.
Altimetria: Oltre i 300 metri s.l.m.
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera.
Vinificazione: Macerazione pellicolare a freddo e fermentazione a temperatura controllata (17-18°C). Affinamento in acciaio.
Gradazione: 12,5 %.
Colore: Giallo paglierino con riflessi verdolini.
Naso: Caratteristico del vitigno, intenso, raffinato ed elegante, con note floreali e sentori di frutta esotica.
Palato: Fresco, complesso e persistente, pieno ed armonico con note minerali.


Nero d’Avola & Syrah

Territorio: Sicilia centro - meridionale, Comune di Bufera.
Contrada: Punturo.
Classificazione: Indicazione Geografica Protetta.
Tipo: Rosso.
Vitigno: Nero d’Avola e Sirah.
Terreno: di medio impasto, tendenzialmente argilloso
Altimetria: 300/350 metri s.l.m.
Esposizione: Sud - Sud/Est
Età media del Vitigno: 18 anni
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera con una densità di ceppi per ettaro pari a 4.500.
Resa: 80/90 q per ettaro
Vinificazione: Macerazione prefermentativa a freddo e fermentazione sulle bucce per 12-15 giorni a temperatura controllata (24-25 °C) subendo ripetuti rimontaggi e “delestage”. A fermentazione malolattica svolta, il vino affina in acciaio e successivamente in bottiglia.
Gradazione: 14,0 %
Colore: Rubino fitto e profondo dalle vivaci tracce violacee.
Naso: Intrigante connubio tra note speziate e frutta rossa.
Palato: In bocca manifesta tutto l’equilibrio e la dolcezza dei tannini del sirah e la nervosità del nero d’Avola. Soave, deciso e dalla lunga persistenza, dai tannini morbidi e rotondi. Vino destinato a lungo invecchiamento.


Syrah

Territorio: Sicilia centro - meridionale, Comune di Bufera.
Contrada: Punturo.
Classificazione: Indicazione Geografica Protetta.
Tipo: Rosso.
Vitigno: Sirah.
Terreno: di medio impasto, tendenzialmente argilloso.
Altimetria: 300/350 metri s.l.m.
Esposizione: Sud - Sud/Est.
Età media del Vitigno: 120 anni.
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera con una densità di ceppi per ettaro pari a 4.500.
Resa: 80/90 q per ettaro.
Vinificazione: Macerazione prefermentativa a freddo e fermentazione sulle bucce per 12-15 giorni a temperatura controllata (24-25 °C) subendo ripetuti rimontaggi e “delestage”. A fermentazione malolattica svolta, il vino affina in acciaio e successivamente in bottiglia.
Gradazione: 13,5 %
Colore: Rosso rubino brillante.
Naso: Dalle delicate note speziate con predominanza di pepe e sfumature di cacao.
Palato: Esaltanti sensazioni di cioccolato, dalla ottima salinità che dona una piacevole lunghezza e freschezza. Un sirah solare ed espressivo.


Nero d’Avola

Territorio: Sicilia centro - meridionale, Comune di Bufera.
Contrada: Punturo.
Classificazione: Indicazione Geografica Protetta.
Tipo: Rosso.
Vitigno: Nero d’Avola.
Terreno: di medio impasto, tendenzialmente argilloso.
Altimetria: 300/350 metri s.l.m.
Esposizione: Sud - Sud/Est
Età media del Vitigno: 15 anni.
Allevamento: Vigneti allevati a spalliera con una densità di ceppi per ettaro pari a 4.500.
Resa: 80/90 q per ettaro.
Vinificazione: Macerazione prefermentativa a freddo e fermentazione sulle bucce per 12-15 giorni a temperatura controllata (24-25 °C) subendo ripetuti rimontaggi e “delestage”. A fermentazione malolattica svolta, il vino affina in acciaio e successivamente in botti di rovere francese da 225 l.
Gradazione: 14,0 %
Colore: Rosso rubino profondo e impenetrabile.
Naso: Dalle equilibrate note balsamiche e frutta rossa quali ribes, ciliegie e more, tipiche della varietà nero d’Avola da cui nasce.
Palato: Esaltano le note di ciliegia dalle sfumature vanigliate e di cacao ottenute dall’affinamento in legno rovere francese. Impareggiabile morbidezza. Ottima struttura ed equilibrio tra le componenti gustative.