martedì 16 luglio 2013

Tenuta Ambrosini: qualità ed eccellenza

Nel cuore della Franciacorta, là dove i confini del lago si incontrano e confondono con quelli delle colline, magnificamente esposte al sole e all'aria frizzante, sorge il comune di Cazzago S. Martino, uno dei diciannove comuni che costituiscono l'area geografica d'elezione, tutelata per la produzione del "Franciacorta".
Qui la famiglia Ambrosini si dedica con passione, dalla metà del Novecento, alla coltivazione di otto ettari di vigneto, destinati al vitigni Chardonnay, pinot bianco e Pinot Nero. I produttori definiscono così la loro filosofia aziendale: valorizzare i superbi vini locali. Oggi l'impegno e la passione della famiglia continuano con il giovane Lorenzo che ha promosso un nuovo concetto di qualita' d'eccellenza in stretta collaborazione con l'enologo Roberto Pepe, introducendo moderne tecnologie di vinificazione
L'azienda Ambrosini è convinta che solo il corretto utilizzo delle risorse disponibili (il clima, il suolo, i vitigni) possa dar vita a prodotti tipici inimitabili altrove e alla perfetta sintonia tra fattori naturali e metodologie innovative. Il suo obiettivo è coniugare le note organolettiche dei vini agli elementi naturali della zona, esaltandone i colori, le atmosfere rarefatte invernali, i bagliori estivi, ma anche il fascino racchiuso nei molti castelli e monasteri della zona.
I sistemi di coltivazione garantiscono una corretta lavorazione del terreno e potatura delle viti, nel totale rispetto dell'ambiente, indispensabile premessa per ottenere un elevato livello qualitativo. La raccolta manuale dei grappoli avviene a perfetta maturazione, la loro scrupolosa selezione e la bassa produzione per ceppo garantiscono la qualità superiore delle uve che vengono pressate in modo soffice per estrarre solo il mosto fiore. Una cura particolare è dedicata all'affinamento dei lieviti in bottiglia avendo cura di mantenere una costante temperatura di 15 gradi nell'ambiente di conservazione.
L'azienda aderisce alla normativa per la riduzione dell'impatto ambientale e utilizza energia pulita derivante dal sole in quanto è stato realizzato un impianto fotovoltaico; l'obiettivo è quello di realizzare una viticoltura di precisione basata su un costante aggiornamento delle tecniche agronomiche ed enologiche.
Contemporaneamente la sua ricerca, che è insieme scientifica e "sensoriale", cerca di coniugare le note organolettiche dei suoi vini con gli elementi naturali della zona, esaltandone i colori, le atmosfere rarefatte invernali e i bagliori estivi.
Nel 2000 è stata realizzata una nuova cantina, posta al centro dei vigneti e dotata dei più moderni impianti di lavorazione che dispone di una serie di barriques, nelle quali avviene la fermentazione di parte dei mosti destinati al Franciacorta DOCG. La vinificazione si avvale inoltre di moderne tecniche di macerazione a freddo, controllo delle temperature in tutte le fasi di produzione e utilizzo di gas inerti per esaltare i profumi e la finezza dei vini. I sistemi di coltivazione garantiscono una corretta lavorazione del terreno e potatura delle viti, nel totale rispetto dell'ambiente, indispensabile premessa per ottenere un elevato livello qualitativo. La raccolta manuale dei grappoli avviene a perfetta maturazione, la loro scrupolosa selezione e la bassa produzione per ceppo garantiscono la qualità superiore delle uve che vengono pressate in modo soffice per estrarre solo il mosto fiore.