martedì 23 settembre 2014

Verona, i “Sei Giganti delle Colline Teramane” al Vinitaly


Lunedì 7 aprile degustazione speciale del Consorzio di Tutela della Docg Montepulciano d’Abruzzo. Ventuno le aziende teramane presenti quest’anno alla fiera, assaggi ed eventi nell’Enoteca consortile con i sommelier dell’Ais


TERAMO – Sei vini d’autore, sei etichette speciali e selezionate protagoniste della degustazione che anche quest’anno aprirà la partecipazione del Consorzio di Tutela della Docg Montepulciano d’Abruzzo “Colline Teramane” al Vinitaly di Verona (6-9 aprile). I “Sei Giganti”, scelti da un’apposita giuria di esperti, tecnici e giornalisti del settore, saranno presentati lunedì 7 aprile dalle 12 alle 13 nell’area collettiva del Consorzio, Padiglione 12 Settore E3/E4. La degustazione sarà guidata e presentata dal giornalista Alessandro Bocchetti, esperto della produzione vitivinicola abruzzese, e dal presidente del Consorzio Alessandro Nicodemi.

I “Sei Giganti” scelti per l’edizione 2014 del Vinitaly sono: Reilla (annata 2008) dell’azienda Anfra; Colline Teramane (2003) dell’azienda agricola Emidio Pepe; Matteo Biagi (2008), azienda Fratelli Biagi; Colline Teramane Riserva (2009) dell’azienda Orlando Contucci Ponno; Escol Riserva (2009) della cantina San Lorenzo; Celibe Riserva (2010), cantina Strappelli.

In tutto, sono 21 le aziende teramane che quest’anno saranno presenti con un proprio spazio espositivo nell’area collettiva riservata al Consorzio di Tutela della prima e unica Docg d’Abruzzo (Pad. 12, Sett. E3/E4) che, nel 2013, ha festeggiato i primi 10 anni di vita. Nell’Enoteca consortile, durante i 4 giorni del Vinitaly si svolgeranno assaggi e degustazioni guidate di tutti i vini della Docg con la collaborazione di sommelier professionisti dell’Ais.

·        Il Consorzio di Tutela del Montepulciano d'Abruzzo Docg – Colline Teramane

Il Consorzio di Tutela del Montepulciano d'Abruzzo DOCG prende forma nel 2003, quando con decreto ministeriale viene riconosciuta al Montepulciano d'Abruzzo delle colline teramane la Denominazione di Origine Controllata e Garantita, prima ed unica in Abruzzo. Si estende su di un'area che coincide quasi totalmente con il territorio provinciale di Teramo, un territorio storicamente fra i più vocati della regione e che comprende 31 comuni.

La compagine consortile in questi anni di conduzione è cresciuta notevolmente, le aziende aderenti sono passate da 52 del 2006 alle 75 del 2013 con una rappresentatività delle bottiglie docg prodotte del 90%; in riferimento alla campagna vendemmiale 2012 la produzione di uva docg si attesta sui 9.800 quintali, il vino denunciato sui 6.800 ettolitri pari a circa 900.000 bottiglie.

Teramo, 04 aprile 2014