martedì 7 ottobre 2014

FONDAZIONE LUNGAROTTI: AL MUSEO DELL’OLIVO E DELL’OLIO DI TORGIANO (PG) IL PRIMO HAND BOOK DEDICATO ALLA FILIERA DELL’OLIO EXTRA VERGINE DI OLIVA.

Torgiano, 3 ottobre 2014. Tutta la cultura italiana dell’eccellenza olivicola, dal campo fino alla tavola, custodita nel primo handbook interamente dedicato alla filiera dell’olio extra vergine di oliva. E’ “The extra Virgin Olive Oil”,
il manuale di Claudio Peri, accademico e tra i maggiori esperti di olio di oliva al mondo, che la Fondazione Lungarotti, in collaborazione con il Comune di Torgiano e con il patrocinio della Regione Umbria, presenterà mercoledì 8 ottobre (ore 17.00) al Museo dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano (via Garibaldi,10).

Pubblicato da Wiley & Sons (2014), casa editrice inglese di libri tecnici e scientifici tra le più famose a livello internazionale, “The extra Virgin Olive Oil” è destinato principalmente agli operatori della filiera olivicolo-olearia, ma anche ai consumatori. Il manuale traccia il percorso qualitativo e tecnologico dell’olio extra vergine di oliva, nell’ottica del controllo del processo produttivo a garanzia dell’eccellenza del prodotto.

“L’Italia dell’olio è un’eccellenza del nostro made in Italy con una quota pari al 20% della produzione comunitaria e ben 43 denominazioni che rappresentano il 38% delle designazioni di origine dei marchi europei – commenta Maria Grazia Marchetti Lungarotti, direttore della Fondazione e curatrice e del Museo Dell’Olivo e dell’Olio a Torgiano -. L’opera di Claudio Peri si rivolge ad un pubblico internazionale, trattando in maniera sistematica ed esaustiva, il percorso per produrre, commercializzare e consumare oli extra- vergine di oliva di qualità controllata e garantita. Inoltre questa iniziativa – prosegue Marchetti Lungarotti – evidenzia, ancora una volta, il legame tra prodotto e territorio. L’olio extra vergine di oliva è infatti, assieme al vino, una delle punte di diamante dell’Umbria anche a livello internazionale, oltre che essere all’avanguardia nella ricerca scientifica dedicata al settore”.

Alla presentazione di “The extra Virgin Olive Oil” di mercoledì 8 ottobre saranno presenti, oltre all’autore Claudio Peri, anche Fernanda Cecchini, Assessore all'Agricoltura della Regione Umbria, Antonio Boco, critico e giornalista enogastronomico per importanti testate del settore, e Mario Bertuccioli, professore di Scienze Sensoriali all’Università degli Studi di Firenze, tra i primi ad introdurre nel settore i metodi della scienza sensoriale.

L’incontro si concluderà con una degustazione alla scoperta dei migliori abbinamenti fra oli di grande qualità e cibi di diversa composizione e struttura, firmati da Ciro D’amico, chef del Wine Resort “Le Tre Vaselle” di Torgiano.

http://www.lungarotti.it/fondazione/

http://www.lungarotti.it/fondazione/moo/index.php



Ufficio stampa Fondazione Lungarotti

interCOM

Marina Catenacci: stampa@agenziaintercom.it; 349.8212419

Benny Lonardi: direzione@agenziaintercom.it; 334.6049450

Claudio Peri: professore emerito dell’Università di Milano e Presidente incaricato del Centro Studi per la qualità dell’Accademia dei Georgofili di Firenze, è uno dei massimi esperti internazionali di tecnologia alimentare. Attualmente, su incarico dell’Accademia dei Georgofili, sta avviando “The Georgofili School of Oliveoil Science and Technology”, una scuola internazionale in lingua inglese che verrà presentata a Milano nel 2015, in occasione di Expo.
Museo dell’Olivo e dell’Olio (Torgiano, Perugia). Principale simbolo della cultura mediterranea, l’olivo e l’olio sono oggetto di un insolito percorso museale che, con più di 600 testimonianze, ne esplora le tecniche di produzione, gli usi, spesso sconosciuti, e le valenze simboliche e propiziatorie che li accompagnano nell’immaginario popolare:  l’origine mitologica della pianta, l’olio nella religione, nella medicina, nella alimentazione, nella cosmesi e nello sport e in particolare come fonte di illuminazione, sono documentati da collezioni artistiche, archeologiche e tecniche. Museo privato, aperto al pubblico nel 2000.