mercoledì 15 ottobre 2014

VINO: LUNGAROTTI, RUBESCO RISERVA VIGNA MONTICCHIO 2009 INCORONATO CON MASSIMO PUNTEGGIO DI ECCELLENZA DA BIDENDA E GAMBERO ROSSO. L’AZIENDA INSIGNITA DELLE TRE STELLE DALLA GUIDA DI DOCTOR WINE-DANIELE CERNILLI

Torgiano (PG), 14 ottobre 2014. Rubesco Riserva Vigna Monticchio delle Cantine Lungarotti sempre in pole position nei punteggi delle guide dei vini (edizione 2015). L’annata 2009 dell’etichetta di punta della cantina umbra conquista, infatti, il massimo punteggio di eccellenza da due tra le guide dei vini più autorevoli:
Bibenda - Vini d’Italia e Gambero Rosso che la incoronano rispettivamente con i Cinque Grappoli e con i Tre Bicchieri. Riconoscimento anche dalla prima edizione di Vitae, la nuova guida dell’Associazione italiana sommelier, che il prossimo 3 novembre svelerà il punteggio del grande rosso umbro.

Per Chiara Lungarotti, amministratore unico dell’azienda: “Per il sesto anno consecutivo il Rubesco Riserva Vigna Monticchio si posiziona al vertice dei riconoscimenti delle guide confermando la costante crescita qualitativa e la modernità di questo vino vigoroso che vede tra i paesi top market Germania, Giappone, Canada e Italia”.

Come il Rubesco Riserva Vigna Monticchio 2008 (sul mercato in questi giorni) anche l’annata 2009, premiata dalle guide Bibenda e Gambero Rosso, è prodotta in 45.000 bottiglie destinate ai principali mercati mondiali per il 40%.

Tra i riconoscimenti ricevuti anche quello assegnato all’azienda Lungarotti che riceve le Tre Stelle dalla “Guida essenziale ai vini d’Italia” di Doctor-Wine (Daniele Cernilli) perché “Se oggi in Umbria si fa del vino di alta qualità, molto del merito va ascritto a Giorgio Lungarotti, imprenditore di razza, che ormai più di mezzo secolo fa realizzò questa splendida cantina inventando letteralmente i vini di Torgiano”. Le aziende italiane insignite dalle Tre Stelle sono 73, meno del 10% di quelle selezionate.








Ufficio stampa Cantine Lungarotti
interCOM
Marina Catenacci: stampa@agenziaintercom.it; 349.8212419