venerdì 3 aprile 2015

Vini contraffatti e imitati: danno da 1 miliardo di euro

Dal Bordolino nella versione bianco e rosso con tanto di bandiera tricolore al Meer-secco, ma ci sono anche il Barbera bianco prodotto in Romania e il Chianti fatto in California, il Marsala sudamericano e quello statunitense e il Kressecco tedesco tra i liquori e i vini contraffatti e imitati che complessivamente provocano perdite stimabili in oltre un miliardo di euro sui mercati mondiali alle produzioni Made in Italy. È quanto afferma la Coldiretti che per sensibilizzare le Istituzioni in vista dell’Expo 2015 ha allestito al Vinitaly L’angolo della vergogna nel proprio stand al Centro Servizi Arena nel corridoio tra i padiglioni 6 e 7.
Sulla spinta delle tensioni politiche e commerciali che sono culminate con l’embargo da parte della Russia è anche arrivato il Prosecco Made in Crimea perché a essere colpiti sono i settori più dinamici dell’agroalimentare Made in Italy come gli spumanti che con un balzo del 20 percento nelle bottiglie spedite all’estero sorpassano lo champagne e conquista le tavole nel mondo con un record storico, secondo una analisi Coldiretti sulla base dei dati Istat relativi al 2014. 




 Continua a leggere su Green Planner Magazine: Vini contraffatti e imitati: danno da 1 miliardo di euro  http://magazine.greenplanner.it/2015/04/01/vini-contraffatti-e-imitati-danno-da-1-miliardo-di-euro/