giovedì 18 giugno 2015

A MASSIMO TORTORA, SOMMELIER TOSCANO DI LIVORNO, IL PRIMO MASTER DEL LAMBRUSCO

AIS Toscana profeta in terra matildica: domenica 14 giugno al Castello di Bianello a Quatto Castella nel cuore dell'Emilia, Massimo Tortora, sommelier della delegazione di Livorno, è diventato il nuovo Re del Lambrusco vincendo il Primo Master del Lambrusco davanti al primo dei concorrenti "di casa" Giuseppe Meschiari di Castelnuovo Rangone (MO) e un altro rappresentante del Granducato, Iacopo Tonelli da Firenze.


Titolare a Livorno dell’enoteca ‘La Cantina di Massimo’, Tortora è salito sul gradino più alto del podio al termine di una finale condotta perfettamente con autorevolezza e capacità comunicativa, che ha visto i concorrenti misurarsi con una serie di prove di degustazione, accoglienza, cultura e conoscenza dei vini e dei territori del Lambrusco. Il premio, una Borsa di studio di 1500 euro e la possibilità di presentare una ricerca studio sul Lambrusco che sarà pubblicata sulla rivista ufficiale di Ais nazionale, ma soprattutto il prestigio di essere il numero uno del Lambrusco a livello nazionale. Al secondo e al terzo classificato, due borse di studio del valore di 300 euro.

Organizzato dall’Associazione Italiana Sommelier Emilia, il Concorso ha raccolto concorrenti da tutta Italia e nella giuria che ha decretato  il trionfo di Massimo Tortora tanti nomi eccellenti, a partire dal presidente nazionale Ais Antonello Maietta, il presidente regionale dell’Emilia Annalisa Barison, il responsabile nazionale dei concorsi Ais Cristiano Cini, il sommelier delegato di Reggio Emilia Gaetano Palombella, e rappresentanti dei Consorzi di produzione del Lambrusco e della stampa specializzata.

Ufficio Stampa AIS Toscana
Marte Comunicazione snc di Marzia Morganti Tempestini & C
Tel 335 6130800 Email marzia.morganti@gmail.com