giovedì 4 giugno 2015

E’ tempo di Chianti … Gustalo fresco!”

Roma, 8 giugno 2015 – Al via per il terzo anno il progetto “Chianti fresco: gustalo a 16 gradi”. Il Consorzio Vino Chianti torna a promuovere e ad educare con questa iniziativa: domanda, come va consumato il vino rosso durante l’estate? Risposta, seguendo una semplice ma fondamentale regola: la temperatura. Che deve essere corretta come il clima che si trova in cantina: 16 gradi di gradevolezza, freschezza di profumi e aromi che si sprigionano quando si sorseggia un calice di Chianti durante il periodo estivo.
Uno strumento utile e divertente? Il braccialetto ovviamente targato Chianti per misurare la temperatura del vino in bottiglia. Più di 100 i locali tra ristoranti, enoteche, pizzerie e botteghe artigiane e storiche che riceveranno il termometro vino e dedicheranno menu e vetrine con protagonista il Chianti fresco.

Inoltre, martedì 9 giugno a Palazzo Brancaccio, nell’evento “Calici Eccellenti, i piaceri dell’Estate Romana”, è prevista una serata Chianti&Pizza:,un momento dedicato a questi due prodotti d’eccellenza della tradizione enogastronomica italiana. Due icone del gusto storiche ma odierne: la pizza, simbolo dell’italianità, esportata in tutto il mondo e, il Chianti, il portavoce del vino italiano nel mondo.
Il progetto nasce grazie alla preziosa collaborazione di CO.VI.RO., insieme all’Arte dei Vinattieri, Botteghiamo, l’Accademia della Cultura Gastronomica e l’Associazione Ristoranti Confesercenti Roma, coprirà l’arco di tempo di un mese e si svilupperà su più livelli: le enoteche, i ristorante e le botteghe artigiane e storiche aderenti al progetto allestiranno una vetrina per l’occasione e abbineranno un menu per la degustazione e nel corso della conferenza stampa.
A tutti quindi l’invito a raccontare con un’immagine, sulla pagina Instagram del Consorzio (#chiantigustalofresco) la loro fresca estate in compagnia di un buon Chianti.
Il Presidente del Consorzio Chianti, Giovanni Busi, dichiara: “Crediamo in questa campagna di educazione al corretto consumo dei vini rossi troppo spesso penalizzati durante l’estate. Ci rivolgiamo al pubblico dei consumatori ma anche ai professionisti del settore: non parliamo di un nuovo modo di bere il Chianti ma del giusto modo di farlo (soprattutto durante i periodi caldi). Il Sangiovese di Toscana, è un vino giovane e fragrante, dallo stile contemporaneo, un prodotto dai tratti distintivi che ben si prestano alla freschezza dei 16 gradi”.

Il racconto di questa denominazione passa attraverso la sua storia, la sua tradizione e la sua innovazione. Il Chianti è tutto questo e il Consorzio sta lavorando in tal senso per cercare di far conoscere più da vicino questa intrigante quanto immensa realtà vinicola, attraverso operazioni di promozione e valorizzazione della denominazione mirate sia al pubblico che al trade”.


Ufficio stampa Consorzio Vino Chianti Lucia Boarini 349 43 32 333 press@consorziovinochianti.it