martedì 28 luglio 2015

Nei Chiostri dell’Umanitaria di Milano, alle ore 18, la presentazione dell’evento in programma a Firenze Food and Wine in Progress: mercoledì 29 luglio a Toscana Fuori Expo Nello spazio Toscana Fuori Expo, ai Chiostri dell’Umanitaria, Federazione italiana cuochi, Unione regionale cuochi toscani, Ais Toscana e Cocktail in the world presentano la manifestazione in programma dall’8 all’10 novembre 2015 alla Stazione Leopolda di Firenze

Sarà presentato a Milano mercoledì 29 luglio, a partire dalle ore 18, negli spazi di Toscana Fuori Expo, presso i Chiostri dell’Umanitaria, Food and Wine in Progress. Visioni, valori e vantaggi, il grande evento che si svolgerà alla Stazione Leopolda di Firenze dall’8 all’10 novembre 2015. Promosso dalla Federazione italiana cuochi (Fic) e dall’Unione regionale cuochi toscani (Urct), con la preziosa partnership dell’Associazione italiana sommelier Toscana e Cocktail in the world, questo appuntamento  per la prima volta raccoglierà oltre 5 mila visitatori che potranno incontrare oltre 1.500 cuochi, tra i quali oltre venti stellati, 150 aziende vitivinicole in esposizione e altrettante legate ai settori del beverage e del food. Oltre 30 ore di cooking show con i migliori cuochi italiani, circa 200 sommelier Ais e ancora dibattiti, convegni e approfondimenti per avvicinare il consumatore al mondo dell’agroalimentare italiano con una formula mai sperimentata prima.

Fulcro del progetto sarà il “XXIII Congresso Nazionale della Federazione Italiana Cuochi” che per la prima volta ha voluto aprire le porte al pubblico, con un programma ricco di dibattiti, convegni didattici, cooking show, master, incontri con le Istituzioni, con i produttori Agroalimentari, con produttori di Vino, ristoratori, Sommelier, Barman ed altri attori del mondo dell’offerta enogastronomica italiana e internazionale. «Per la prima volta la Federazione italiana cuochi aprirà le porte al pubblico e ai consumatori – spiega il presidente della Fic, Rocco Pozzulo – e l’obiettivo è quello di sensibilizzare l’utente finale della filiera a un mondo, quello dell’agroalimentare italiano, che ormai è riconosciuto come un fiore all’occhiello del nostro paese in tutto il mondo, quindi una occasione unica per capire dal di fuori la passione e la professionalità che ruotano intorno al cibo, tema per altro di Expo e non è un caso che proprio in questa sede abbiamo scelto di presentare l’evento».
«Siamo particolarmente orgogliosi di poter ospitare il Congresso della Fic e contribuire a dare vita a un evento del genere – spiega il presidente dell’Urct, Franco Mariani – e la Leopolda è il luogo migliore per condensare tutti quei temi che in Expo hanno trovato un ampio e fondamentale spazio; farlo con la collaborazione di Ais Toscana è per noi un valore aggiunto che sottolinea l’operato decennale della nostra associazione nel sensibilizzare il consumatore finale all’eccellenza dei prodotti Made in Italy e Made in Tuscany».

«E' per la nostra Associazione un onore essere presente in qualità di partner ad un evento così importante per il mondo del food&beverage - sottolinea il Presidente di AIS Toscana Osvaldo Baroncelli - e il coinvolgimento di AIS è la testimonianza di come sempre più si cerchi di presentare un'offerta all inclusive a tavola: cibo e vino sono due elementi complementari tra loro e come per sublimare un piatto è necessario l'abbinamento con il vino giusto, così ogni vino richiede un proprio spazio, per raccontare i territori di cui si fa ambasciatore. Nell'ottica di esaltare le nostre eccellenze non si può quindi prescindere l'uno dall'altro, anzi è auspicabile che iniziative come questa, in cui cibo e vino si incontrano per valorizzarsi a vicenda, possano trovare sempre maggiore spazio».

Il programma della serata di Milano, oltre a un primo momento di presentazione al quale prenderanno parte i partner dell’iniziativa per illustrare la manifestazione in programma alla Leopolda, sarà accompagnato dalla presenza di numerosi cuochi toscani in rappresentanza di varie zone della regione. Ognuno di loro proporrà ai presenti una degustazione di piatti tipici in abbinamento ai vini selezionati dall’Associazione Italiana Sommelier Toscana.

I giornalisti sono invitati a partecipare
In allegato l’invito e il programma della serata.

Milano, 27 luglio 2015 C.s. 01