mercoledì 29 luglio 2015

NUTRIRE L’ANIMA, IL 6 AGOSTO MACERATA OPERA FESTIVAL E IMT INSIEME PER LA LEGA DEL FILO D’ORO IN UNA SERATA SOTTO IL SEGNO DI ENOGASTRONOMIA, MUSICA E POESIADA BRUSCANTINI A LEOPARDI, OMAGGIO ALLE MARCHE IN OCCASIONE DI EXPO

(Jesi, 28 luglio 2015). La magia dell’Opera dello Sferisterio incontra le eccellenze marchigiane e il sociale giovedì 6 agostocon “Nutrire l’anima”, serata musicale sotto il segno dell’enogastronomia ideata, in occasione di Expo, da Macerata Opera Festival e Istituto Marchigiano di Tutela Vini – IMT a sostegno della Lega del Filo d’Oro. Uno spettacolo di musica e parole che alle esibizioni abbina approfondimenti gastronomici, show cooking, letture e danze per raccontare, attraverso le stagioni della vita, i temi scelti dalle Marche per Expo Milano 2015: nutrizione, qualità della vita e longevità.
“Nutrire l’Anima, festa marchigiana da Sesto Bruscantini a Giacomo Leopardi” sarà anche un viaggio attraverso i sensi, una riflessione che mette al centro le cause sostenute dalla Lega del Filo d’Oro, associazione a supporto delle persone sordocieche e pluriminorate sensoriali, che quest’anno è charity partner del Festival. Parte del ricavato della serata sarà infatti devoluto alla Lega del Filo d’Oro per la costruzione di un’aula di musicoterapia nel nuovo centro nazionale.
Sul palco dello Sferisterio, oltre ai cantanti d’opera Celso Abelo e Alfonso Antoniozzi, si alterneranno attori come Lella Costa e Maria Paiato (madrine della serata), orchestre, band e chef marchigiani. Tra questi, gli stellati Moreno Cedroni, Errico Recanati e Michele Biagiola che, assieme a Simone Salvini con la sua cucina naturale, sveleranno le ricette-ricordo della loro vita cucinandole dal vivo e abbinandole ad un vino IMT. Ospite d’onore della serata sarà la campionessa olimpica di scherma e ambasciatrice del Verdicchio, Elisa Di Francisca, reduce dalla recente vittoria della medaglia d’oro ai mondiali di Mosca nel fioretto femminile a squadre.
Lo spettacolo, scritto da Francesco Micheli, direttore artistico del Macerata Opera Festival, Carlo Cambi, giornalista enogastronomico, e Andrea Foresi, musicologo e biografo di Sesto Bruscantini (famoso baritono civitanovese riconosciuto in tutto il mondo), si inserisce nell’ambito del progetto Genius loci del Festival, con l’obiettivo di celebrare i talenti del territorio marchigiano.
Si comincia con il tema dell’allattamento naturale, che vedrà la partecipazione di cinquanta mamme con i loro bambini, in collaborazione con il Dipartimento Materno Infantile di Macerata, per poi proseguire attraverso le diverse fasi della vita, dalla giovinezza alla maturità, fino alla vecchiaia. In scena, Celso Albelo, che in questa stagione operistica interpreta il ruolo del Duca di Mantova in Rigoletto, Alfonso Antoniozzi, allievo pupillo di Sesto Bruscantini, Valentina Mastrangelo e il pianista Lorenzo Di Bella. Insieme a loro si esibiranno anche la Fisorchestra Marchigiana, la Junior Band Marchesini, i cori e i gruppi folkloristici di tutta la regione.
L’evento sarà preceduto dagli assaggi street food - a base di prodotti Food Brand Marche - in piazza Mazzini (Macerata) degli chef Biagiola, Recanati e Salvini, in abbinamento a Verdicchio, vino bianco più premiato d’Italia, Colli Maceratesi (Ribona), San Ginesio, Serrapetrona e Vernaccia di Serrapetrona (assaggi aperti al pubblico. Costo: 10 euro. Per chi ha già acquistato il biglietto dello spettacolo il costo è 8 euro).
Per Alberto Mazzoni, direttore dell’Istituto Marchigiano di Tutela Vini: “Con questo evento di solidarietà, ispirato ai temi di Expo, celebriamo i talenti e le eccellenze della nostra regione continuando a scommettere sulla contaminazione tra cultura, musica ed enogastronomia. Elementi strettamente collegati, questi, espressione di un territorio unico come le Marche, che siamo fieri di portare su un palcoscenico di livello quale il Macerata Opera Festival, in occasione dell’anno dell’Esposizione Universale di Milano”.
Nell’acquisto del biglietto dello spettacolo (€ 12, 22, 32 - in vendita su www.vivaticket.it e presso la biglietteria dello Sferisterio) è compresa una donazione alla Lega del Filo d’Oro (da € 2 a 12). Per chi acquista il biglietto di Nutrire l’anima, festa marchigiana da Sesto Bruscantini a Giacomo Leopardi, è prevista una riduzione sul ticket dell’aperitivo. E’ possibile donare anche su crowdfundingsferisterio.unicam.it. La serata è realizzata con il fondamentale contributo di Eurosuole, rappresentata Germano Ercoli, che conferma il proprio impegno come charity sponsor.

Le denominazioni IMT che partecipano a “Nutrire l’Anima, festa marchigiana da Sesto Bruscantini a Giacomo Leopardi”:Colli Maceratesi Doc (Ribona), San Ginesio Doc, Serrapetrona Doc, Verdicchio dei Castelli di Jesi Doc Classico, Verdicchio di Matelica Doc; Verdicchio di Matelica Riserva Docg, Vernaccia di Serrapetrona Docg.
Le aziende IMT che partecipano a “Nutrire l’Anima, festa marchigiana da Sesto Bruscantini a Giacomo Leopardi”:
·         Alberto Quacquarini
·         La Monacesca
·         Bisci
·         Maraviglia
·         Boccadigabbia
·         Montesanto
·         Borgo Paglianetto
·         Murola
·         Cantine Belisario
·         Piano di Rustano
·         Cantina Sant’Isidoro
·         Quacquarini Lanfranco
·         Cantine Santori
·         Saputi
·         Colleluce
·         Serboni
·         Collestefano
·         Tenuta Colli di Serrapetrona
·         Colognola - Tenuta Musone
·         Terre di San Ginesio
·         Degli Azzoni
·         Villa Lazzarini
·         Fontezoppa
·         Vinicola Gagliardi
·         Lamelia





I soggetti aderenti a Food Brand Marche che partecipano a “Nutrire l’Anima, festa marchigiana da Sesto Bruscantini a Giacomo Leopardi”:
·         TreValli Cooperlat
·         BovinMarche

L’Istituto Marchigiano di Tutela Vini IMT, con 800 aziende associate per 16 denominazioni di origine (di cui 4 Docg), è una realtà unica in Italia nel suo genere, che oggi esprime l’82% dell’export delle Marche. Attraverso i fondi PSR Marche e OCM Vino, IMT ha investito dal 2009 al 2014 in tutto il mondo più di 10,2 mln di euro in promozione (di cui 4,6 milioni investiti direttamente dai produttori). Ammontano a 4,3 mln gli investimenti previsti per l’annualità 2015.

La 51° stagione del Macerata Opera Festival è in programma fino al 9 agosto 2015. Quattro i titoli in cartellone: Rigoletto di Giuseppe Verdi, per la regia di Federico Grazzini - nel cast Vladimir Stoyanov, Jessica Nuccio, Celso Albelo; segue il dittico “verista” costituito da Pagliacci di Ruggero Leoncavallo e Cavalleria rusticana di Pietro Mascagni, con la regia di Alessandro Talevi - nel cast Rafael Davila, Anna Pirozzi; completa il programma La Bohème di Giacomo Puccini, ripresa dello spettacolo del 2013 con la regia di Leo Muscato, vincitore del Premio Abbiati - nel cast Carmela Remigio, Arturo Chacòn-Cruz.

Per contatto:
interCOM – US IMT 
Ilaria Koeppen 334.3486392  koeppen@agenziaintercom.it
Viviana Laudani 328.7993824 – comunicazione@agenziaintercom.it